Colori della Repubblica Italiana
   
Legalizzazione dei documenti - Informazioni dal sito del Ministero degli Affari Esteri      

Per le LEGALIZZAZIONI FINALIZZATE ALLA CITTADINANZA, consultare il seguente sito per effettuare la prenotazione www.vfsglobal.com/italia/brasil

Per informazioni relative alle legalizzazioni finalizzate alla cittadinanza clicca qui



ALTRE TIPOLOGIE DI LEGALIZZAZIONI:
È necessario effettuare la prenotazione on-line - clicca qui


- Non sono previste procedure di urgenza per chi ha già comprato il biglietto aereo.
- Si informa che saranno effettuati controlli sugli atti consegnati per la legalizzazione. Qualsiasi anomalia verrà immediatamente comunicata agli organi competenti e ne sarà responsabilizzata la persona e il “cartório”.

Documenti che possono essere legalizzati
- Certificati di nascita – matrimonio – morte integrali;
- certificati di battesimo brasiliani anteriori al 1900;
- negativo di naturalizzazione fornito del codice a barra e  timbro dell’EREMINAS che ne confermi la validità;
- sentenze in materia di diritto di famiglia (divorzio, riconoscimento paternitá, adozione di minore,
  cambiamento di cognome, ecc...)  emesse dal foro complete della data del passaggio in giudicato;
- certificato riassuntivo del processo di divorzio completo redatto dal cancelliere del foro;
- atto di divorzio amministrativo emesso dal cartorio (legge 11441/2007);
- riconoscimento di firma;
- atto di notorietá;
- atto di nascita basato su autodichiarazione a posteriori dell'interessato, solo se alla data
dell'autodichiarazione i genitori erano vivi e coniugati;
-  atto di nascita di figlio naturale quando i dichiaranti sono i  due genitori;
- atto di nascita di figlio naturale corredato da atto notarile di riconoscimento, solo nel caso in cui non siano  stati  dichiaranti entrambi i genitori;
- attestato di antecedenti criminali;
- certificato penale;
- procura;
- documenti scolastici.

Documenti che non possono essere legalizzati
- Certificati di battesimo posteriori al 1900;
- certificati di matrimonio  religioso senza effetti civili;
- certificato negativo di nascita, di matrimonio, di morte;
- atto pubblico di riconoscimento di paternitá di maggiorenne (art.2 legge 91) che  non includa il consenso al riconoscimento da parte del figlio riconosciuto se maggiore di anni 16;
- certificati di nascita dichiarati a posteriori sia dall’interessato che  da terze persone e formati in base a sentenza del giudice brasiliano;
- certificati di nascita di figli naturali dichiarati dal solo genitore straniero;
- dichiarazioni presso uffici notarili contenenti  informazioni sulla discendenza (esempio: non erano coniugati…. hanno convissuto ……il cartorio ha preso fuoco e non si trovano gli atti….);
- certificati senza riconoscimento di firma da parte di un “Tabelionato de Notas” quando non sono di Belo Horizonte;
- certificati che non sono integrali;
- certificati di nascita di persone nate all’estero e trascritte nell’ufficio di stato civile brasiliano.

Per la legalizzazione dei documenti, l’interessato deve seguire la seguente procedura.

1. I certificati di nascita, matrimonio e morte devono essere rilasciati, in originale, da un ufficio di stato civile brasiliano. 
Il certificato penale deve essere rilasciato dalla Polizia Civile o dalla Polizia Federale. Qualora tali entità non abbiano sede in Minas Gerais, la firma dell’ufficiale deve essere autenticata da un ufficio notarile di Belo Horizonte.
Il certificato negativo di naturalizzazione deve essere rilasciato dal Ministero della Giustizia brasiliano. La firma dell’ufficiale deve essere autenticata da un ufficio notarile di Belo Horizonte.

2. I documenti devono essere legalizzati dall’Ufficio di Rappresentanza in Minas Gerais del Ministero degli Affari Esteri brasiliano, “EREMINAS”. Indirizzo: Av. do Contorno, 4520, 7º piano, Edifício Albano Franco - FIEMG. Tel. (031) 3213 3008. ereminas@ereminas.org.br
(Per maggiori informazioni sulle procedure relative a tale legalizzazione, accedere al sito www.abe.mre.gov.br/legalizacao-de-documentos/legalizacao-em-documentos).

3. I documenti devono essere corredati di traduzioni italiane. L’individuazione e la scelta del traduttore sono rimesse all’utenza.

4. Al momento della presentazione presso il Consolato della citata documentazione, i richiedenti residenti nello stato del Minas Gerais devono presentare l'originale e la fotocopia di uno dei seguenti documenti: 
- ultime 02 (due) dichiarazioni dei redditi o dichiarazione di esenzione della “Receita Federal”; o
- ricevuta delle tasse scolastiche o universitarie; o
- ricevuta della pensione.

i richiedenti residenti in Italia devono presentare l’originale e la fotocopia dei seguenti documenti:
- certificato di residenza rilasciato dal Comune italiano competente;
- certificato elettorale brasiliano contenente l’indirizzo e il domicilio con validità minima di 02 (due) anni.

Per la legalizzazione di documenti di altri stati, i richiedenti devono presentare la seguente documentazione attestante la residenza in questa Circoscrizione Consolare:
- certificato elettorale e fattura della luce (i due indirizzi devono coincidere). La residenza deve risultare da un minimo di 12 mesi.
Nel caso la fattura della luce sia di un nominativo di un familiare, si deve presentare anche il certificato elettorale dell'intestarario.

Il Consolato si riserva il diritto di verificare i comprovanti e di richiedere ulteriori documenti ai fini dell’accertamento della effettiva residenza.

5. Qualora il richiedente non si presenti personalmente per la legalizzazione, il suo rappresentante si deve presentare munito di delega formale (notarile), del proprio documento di identità e della fotocopia di quello del rappresentato.

· Distinta elenco documenti da legalizzare


Contatto: lega.belohorizonte@esteri.it


Per le tariffe relative a questo settore, cliccare qui.
Mappa |  Note Legali |  Credits |  F.A.Q.